Cabernet 2016 Villa Minelli

100% Cabernet Sauvignon

Ottenuto da uve Cabernet Sauvignon nei comuni di Ponzano Veneto e Villorba per un vino dal colore rosso ciclamino intenso; profumo spiccato di frutti di bosco maturi  e spezie; il palato riflette il profumo, ma si esaltano la mora, i tannini maturi e la vinosità piena ed avvolgente. Raccolta manuale dell’uva, cernita in vigna, fermentazione con basso tenore di anidride solforosa, soventi follature giornaliere e permanenza sulle fecce sino in primavera.

LA VIGNA

DESCRIZIONE TERRENO: Nei comuni di Ponzano Veneto, posti nel cuore della Pianura della Provincia di Treviso, sciolti e con uno scheletro importante, ghiaiosi

SUPERFICIE: 3 Ha

IL VITIGNO

UVE: Cabernet Sauvignon 100%

ETÀ MEDIA DELLE VITI: 12/18 anni

DENSITÀ CEPPI/Ha: 4.000

ESPOSIZIONE: pianura con filari disposti nord-sud

TIPO DI POTATURA: cordone speronato

CARICO MEDIO: massimo 6-8 grappoli per vite

RESA UVE (q/Ha): 70/90

GESTIONE DELLA VIGNA: lotta guidata e possibilità di irrigare

OPERAZIONI SULLE VITI: defogliazione, cimature, spollonature, lavorazione della fila per evitare l’uso di diserbanti

VENDEMMIA E VINIFICAZIONE

Vendemmia manuale in cassa da 10/12 Kg,  quando le uve sono perfettamente mature. Cernita dell’uva prima in vigneto e poi su tavolo vibrante in cantina, diraspatura, pigiatura, fermentazione con basso tenore di anidride solforosa e a temperatura controllata in maceratori orizzontali. Dopo la svinatura passa in vasche di acciaio inox dove svolge la malolattica, quindi sfecciatura, di nuovo in inox fino all’imbottigliamento e un breve affinamento in bottiglia.

 

DATI ANALITICI: gradazione alcolica: 12.5% vol.; acidità totale: 5 g/l

NOTE DEGUSTATIVE: all’aspetto il vino esprime una fitta trama di rosso rubino scuro, quasi impenetrabile; ostenta grande e densa consistenza.
A primo naso colpisce l’intensa fruttuosità di prugna rossa succosa, mora di rovo, succo di mirtillo; poi in progressione si colgono sentori di tabacco dolce da pipa, bacca di vaniglia, note mentolate, erba di montagna appassita.
Al primo sorso avvolge il palato con vellutata e carezzevole morbidezza, accentuata da tannini rotondi e ben levigati ed esprime un buon corpo.
Poi il vino si apre ad un impeccabile equilibrio dove entrano in gioco percezioni sapide e di fresca fruttuosità, che accompagnano il vino in un finale gradevolmente e progressivamente armonico.
Si accompagna ottimamente a muscoletto di manzo brasato, carni allo spiedo, tagliatelle con sugo di capriolo, formaggio d’Asiago di mezza stagionatura